Palermo, 28 giugno 2016 – “Chiediamo alla Regione di sostenere la diffusione presso le pubbliche amministrazioni del nuovo sistema di progettazione di infrastrutture già ampiamente in uso in Europa e soprattutto in Gran Bretagna dove è obbligatorio: il Building Information Model, tecnologia che rappresenta la nuova frontiera, anche culturale, dell’innovazione in edilizia, perché aumenta la competitività, la qualità e l’efficienza e azzera il margine di errore”.

 

 Palermo, 10 giugno 2016 – Crollo degli investimenti, perdita di imprese e occupati, le pubbliche amministrazioni sono le più morose d’Italia: l’edilizia, da sempre settore fondamentale dell’economia siciliana - rappresenta l’8,2% del Pil regionale, il 41,7% degli occupati dell’industria e il 6,7% del totale dei lavoratori - è allo stremo, ma finora nessuna istituzione competente sembra esserne consapevole. E nel 2016 si aggraverà la crisi che dura dal 2007, mentre l’unica speranza concreta di ripresa dipende dalla capacità di attivazione della nuova programmazione comunitaria. ...

 

 Palermo, 9 giugno 2016 – Anche nel 2016 in Sicilia proseguirà la contrazione degli investimenti in edilizia: in quella residenziale, legata al calo di licenze, così come in quella pubblica, per via della persistente flessione dei bandi, con conseguente ulteriore perdita di imprese e di occupati nel settore.  Mentre saranno stabili gli interventi di manutenzione straordinaria e proseguirà l’incoraggiante ripresa del mercato immobiliare sostenuta dalla maggiore disponibilità delle banche a erogare mutui alle famiglie che contraddice la  riduzione della concessione di credito alle imprese edili nel settore residenziale. ...

 

Palermo, 06 giugno 2016 – ANCE NAZIONALE, ANCE Sicilia e Ance Palermo, organizzano venerdì 10 giugno 2016, ore 10,00-14,00, presso la sala conferenze di ANCE Palermo in via Foro Umberto I, n. 21, la presentazione dello studio  “RAPPORTO CONGIUNTURALE SULL’INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI IN SICILIA”

Il rapporto dettagliato e completo fa maggiore chiarezza sullo stato e sui gravi problemi delle imprese di costruzione in Sicilia e funge da supporto per le relative attività con gli interlocutori istituzionali per quanto riguarda l’aspetto sia della programmazione regionale e dei finanziamenti europei e sia economico-finanziario

 

 Palermo, 27 maggio 2016 – “Il Codice appalti è un’occasione irripetibile, non va perduta. Ma se non interverrà un decreto correttivo ‘a breve’, c’è il rischio che il blocco determinato non solo in Sicilia, ma in tutta Italia dall’entrata in vigore della nuova norma possa durare sino alla fine dell’anno”. E’ il timore di Edoardo Bianchi, vicepresidente nazionale dell’Ance, che oggi presso la sede dell’Ance Palermo ha illustrato le richieste di modifica del Codice appalti avanzate dall’associazione dei costruttori all’Anac nel confronto in corso sulle linee guida di attuazione. ...

 

 Palermo, 26 maggio 2016 – Prosegue la serie negativa degli appalti in Sicilia. Nel primo quadrimestre 2016 il calo del numero di bandi pubblicati sulla Gazzetta ufficiale rispetto al corrispondente periodo del 2015 è stato del 36,49% (47 contro 74) ed è stata del 31,98% la contrazione degli importi posti in gara (67,6 milioni a fronte di 99,4 milioni). E ciò malgrado ad aprile vi sia stata la corsa a bandire gare con la vecchia normativa. ...

 

 Palermo, 11 maggio 2016 - ANCE Sicilia e Ance Palermo,  con la collaborazione di Grafill, organizzano venerdì 27 maggio 2016, ore 9,30-13,30, presso la sala conferenze di ANCE Palermo in via Foro Umberto I, n. 21, il Convegno  "Il Nuovo Codice degli Appalti: Cosa cambia in Sicilia". ...

 

 Palermo, 4 marzo 2016 – “L’articolo 97 del nuovo Codice degli appalti appena approvato dal governo nazionale, riguardo al metodo di determinazione delle offerte anormalmente basse, riprende il criterio previsto dalla legge regionale 14 del luglio 2015 attualmente in vigore in Sicilia e che sin dalla sua applicazione ha azzerato l’eccesso di ribassi anomali in tutte le gare celebrate nell’Isola da metà luglio 2015 in poi. ...

 

 Palermo, 16 febbraio 2016 – L’Ance Sicilia lamenta che nell’Isola il mercato degli appalti continua a crollare quasi dell’80% (dato Osservatorio opere pubbliche Ance Sicilia) e che le imprese edili da anni avanzano circa 500 milioni di euro (fonte Centro studi Ance nazionale) per lavori eseguiti per conto delle pubbliche amministrazioni, ma il governo regionale e la maggioranza all’Ars hanno fatto una scelta incomprensibile: ...