Palermo 27 luglio 2021 - ANCE Sicilia ha partecipato in data odierna alla riunione indetta dall’Assessorato Regionale delle Attività Produttive avente per oggetto la Programmazione PO FESR 2021-2027 “La Sicilia verso la programmazione delle politiche di coesione del ciclo 21/27”.

Durante la riunione è stata presentata la proposta che definisce gli Obiettivi di Policy e gli indirizzi strategici di settore della nuova programmazione, che sostanzialmente si articolano su due driver complementari:

  • - favorire la capacità del sistema produttivo regionale di fare ricerca, innovazione e di introdurre nuove tecnologie per accrescere la capacità di creare valore e di competere sui mercati globali, anche in un'ottica di internazionalizzazione delle imprese;
  • - innescare processi di attrazione investimenti, con una particolare attenzione a segmenti produttivi (artigiani, mestieri, microimprese) più attivi nei settori tradizionali e del made in Sicily.

Per centrare gli obiettivi è necessario spingere sulla semplificazione, regola madre proprio in una fase (post) pandemica. Le vecchie (precedenti) regole non sono più applicabili, tantè che anche la Comunità Europea in fase pandemica ha concesso maggiore flessibilità nella riprogrammazione dei Fondi Europei.

La Sicilia avrà a disposizione una dotazione di 7,4 G€ FESR e 1,9 G€ FSE per cui è necessario, per l’utilizzo in tempi brevi dei fondi, coinvolgere tutto il sistema imprenditoriale regionale e le imprese interessate a svolgere attività in Sicilia.

In Sicilia, nel periodo pre pandemia risultavano censite 370.083 imprese, di cui 75.000 artigiane, delle quali il 96,6% aveva meno di 9 addetti, in classifica al 241^ posto su 268 per l’indice di competitività.

La pandemia ha provocato la chiusura di circa 18.000 attività produttive e per raggiungere i livelli di fine 2019 è necessario mettere in campo tutte le sinergie possibili e sfruttare gli importanti fondi messi a disposizione dalla nuova programmazione.

Gli Obiettivi Specifici, proposti dall’Assessorato delle Attività Produttive sono:

OS 1- Rafforzamento delle capacità di ricerca e di innovazione e all'introduzione di tecnologie avanzate.

OS2- Digitalizzazione

OS3 - Crescita e competitività delle imprese

OS4- Competenze per la specializzazione intelligente, transizione industriale, l'imprenditorialità

ANCE Sicilia, intervenendo alla riunione, ha evidenziato le problematiche che attanagliano le imprese del comparto edile, ed ha formulato, affinché si arrivi ad una veloce e definizione degli obiettivi e all’attuazione della programmazione, le seguenti proposte:

  1. Certezza nei tempi dei pagamenti, perché bisogna tentare di non distruggere l’attuale tessuto imprenditoriale siciliano ancor prima di tentare di generare nuove imprese;
  2. Semplificazione delle procedure, con nuove regole, visto che quelle vecchie ormai non sono più applicabili come detto anche dallo stesso Assessore;
  3. Snellimento e più facile utilizzo delle polizze fideiussorie, che oggi per alcune tipologia di appalti e a discrezione di alcuni Enti sono impraticabili e irraggiungibili;
  4. Rafforzamento della Pubblica Amministrazione per un più veloce raggiungimento degli obiettivi;
  5. Fornire maggiore impulso alla programmazione, considerando che ad oggi, a programmazione già avviata non ci sono programmi e obbiettivi specifici con risorse assegnate.